Benvenuti nel mio Universo dove Acqua Terra Aria Fuoco lambiscono le sponde della mia Anima che brucia nella carnalità di un abbraccio profumato di Amore ardente sul rogo della Passione

domenica 3 maggio 2009

Guerriera..sempre.














C'è stato un commento in un post precedente, della mia cara amica Serenella che mi ha fatto molto piacere e fatto sorridere, con piacere.
"Ho letto il tuo post sui colori, non ho commentato, poichè volevo pensarci. Lo ritenevo un tantino impegnativo. Poichè, però, hai già spiegato, non mi sembra opportuno dire la mia, ora. Ecco, volevo invece scriverti che ti conosco da circa dieci mesi e che sei la blogger che più conosco. Sei molto cambiata. Non sei più la guerriera dello scorso anno. C'è una dimensione interiore che prevale e che ha addolcito molto il tuo "andare", anche nella rete. "



Ciò mi ha dato un input...non di voler spiegare (che manco io mi capisco e conosco come vorrei e come dovrei) ma di voler riflettere sulle sue parole, dando uno spunto alla mia anima, protesa in avanti di fare un passo indietro..in pratica viaggio sempre, in avanti ed all'inverso ma tutto è in stretta relazione...


Se proprio devo dirla tutta, son molto più combattiva adesso di allora...diciamo che ho solo affinato le armi..
come disse Napoleone...Non devi combattere troppo spesso con un nemico, altrimenti gli insegnerai tutta la tua arte bellica.


Sto scherzando naturalmente..sono contraria a qualsiasi forma di guerra, anche quella mediatica..ma c'è una cosa che ho notato, c'è chi si diverte ad innescare una miccia per poi assistere alle dispute, oppure c'è chi ti attacca e se tu rispondi con un fiore, manco ti considera, oppure chiedi e pensa ad una forma di presunzione..è il sangue che vuole ahahah, oppure c'è chi parla di amore e pace e poi invece è tutt'altro.


E' questo quello che ho capito..ciò che vogliono gli altri, anche nei combattimenti è diverso da ciò che voglio io..potrei anche fare del male e farmi del male e siccome non è ciò che voglio..mi sono "arresa" mettendo uno scudo alla mia anima di incorruttibilità..(non sempre ci riesco, sono ancora una guerriera di luce... novizia!!) anche se..non mi tiro indietro ad un combattimento..


Affinando le mie armi..molto più efficaci e potenti di quelle che adottavo, ho scoperto una dimensione guerriera molto più luminosa, come se fossi un suddito della luce.


Ho faticato non poco per capire il giusto combattimento...ma ho trovato una guida per essere una guerriera con la G maiuscola e non una semplice guerrigliera...ed era già dentro di me, in una memoria nascosta, di un non ancora vissuto ma celata memoria, archetipica.


Aprire la psiche, l'anima in direzioni sconosciute ma esistenti è il più bel viaggio che potessi iniziare, ne ho di strada da fare ma non mi spavento.


Mi sento una spugna che assorbe dall'Immenso e gocciolo la mia anima di Eterno, nell'Infinito Essere e mai apparire.


E' quello che ho sempre fatto ma mi occorreva un pizzico di consapevolezza nell'andare..Oltre.


A presto con altre Perle Guerriere...Buona domenica dalla vostra Musa.


24 commenti:

stella ha detto...

Ti preferisco ora Calliope, anche se non vieni più spesso dalle poesie...e mi fai attendere la tua!

marina ha detto...

"Anche fra le amazzoni c'era chi era assetata di sangue e che trovava quindi nella guerra la naturale espressione del suo essere. Tuttavia, fra le grandi guerriere c'erano coloro che avevano dovuto imparare a combattere per sopravvivere."
Io aggiungo che credo che la cosa importante sia la lealtà.
Ciao bella.

stella ha detto...

Buon inizio settimana, Calliope!

diana ha detto...

Il guerriero giusto sa meditare, si prepara al combattimento, sperando e operando affinché mai avvenga, facendo una ricerca in se stesso e scrutando il violto del nemico, cercandone lo sguardo..forse è questo il tuo modo di essere Guerriera, preparandoti e scrutando il mondo interno ed esterno..non lo so com' eri, mi trasmetti forza e consapevoleazza, pace e bene...buona giornata Guerriera di Dio

Elisa ha detto...

Ciao cara, e buona nuova settimana anche a te!

Sai come la penso sulla metafora dell'essere "guerrieri", visto che più volte abbiamo accennato di Castaneda. Ognuno sa esserlo comunque a suo modo; purtroppo c'è anche chi lo prende alla lettera e vive la vita come se ci fosse un nemico in agguato perenne dietro l'angolo, a volergli nuocere, e allora sta sulle difensive e qualche volta attacca senza motivo, giusto per prevenire. Saranno le manie di persecuzione che l'ansia della vita ci mette; un pò a tutti capita!
Mi riferisco anche alle esperienze che racconti tu nel tuo post.

Saluti affettuosi.

Gabry in blog Belella ha detto...

I migliori guerrieri sono quelli che usano la strategia, evidentemente tu adesso hai solo cambiato il tuo modo di farlo rimanendo comunque una guerriera.

Un abbraccio e buona settimana!

serenella ha detto...

Ciao Calliope, guerriera di luce. Non mi ero accorta di essere citata nel tuo post e di averti indotta ad una riflessione. Ne sono contenta. Tu sai che sono sempre sincera e scivo candidamente quello che penso. E amo "frequentare" anche in rete, solo persone vere. Tu sei una persona vera. Sempre. Guerriera, più pacata perchè hai una forza interiore che ti dà equilibrio, ma vera. Mi piaci perchè la logica del numero dei commenti o dei contatori non ti tocca. Va bene coì. Un bacione.

Calliope ha detto...

Vi ringrazio di esserci, fate parte ormai della mia vita dove il "combattere" risulta più sereno e tranquillo.

Stellì...io passo sempre è che il tempo passa sempre da me e non mi lascia a volte lo spazio che vorrei.

Grazie Diana della visione che hai di me e di quello che ti trasmetto, sai ormai che per me è lo stesso nei tuoi confronti..fin dal primo istante..Grande Donna Sei.

Cara Elisa, tu con Castaneda siete uno dei punti di riferimento delle mie riflessioni. Si è vero a tutti capita di stare sulle difensive ed a volte succede inconsapevolmente..nessuno è da criticare ma solo da capire ma sai coa è più dificile da capire??
SE STESSI ^_^
Un bacio dolce mia amica.

Cara Gabriella e se ti dicessi che non ho una strategia??
Da pazzi forse per chi si definisce guerriera ma è l'attimo degli eventi che fa maturare, negli atteggiamenti, nei comportamenti e nella visione globale o particolare di ciò che vivo. Baci.

Cara Serenella, averti qui è per me un grande onore, So che scrivi sempre ciò che pensi.
Hai detto bene..la "logica" dei numeri, tra visite e contatori non me ne frega nulla, non ho mai razionalizzato il mio scrivere, i miei interventi e tantomeno le persone.
Preferisco la qualità alla quantità..e di qualità tra i miei lettori ne ho..tanta.
Non si può avere un blog e stare a contare..l'anima è incommensuabile, altro che numeri.
Scrivo per il gusto mio di farlo, a chi piaccio bene, a chi non piaccio che se ne resti a casa sua che di ospitalità ne ho da vendere ma.. con sincerità.
Un caro saluto.

Calliope ha detto...

Marina essere un'amazzone non sempre significa essere "cattiva"..dici bene.
E' la vita stessa che a volte "impone" certi comportamenti.
La visione altrui è importante ma solo uno scambio sincero e reciproco fa migliorare...Tutti.
Un bacio mia cara compagna dell'anima...il viaggio prosegue.

AnnaGi ha detto...

Cara Calliope, mi sembra di intuire che ADESSO hai raggiunto una calma ed una serenità particolare che potrebbero indurre a pensare che non sei più una guerriera, ma così non è. Forse sei in viaggio verso il giusto equilibio ... ???

Un caro abbraccio e vai avanti così!
:))

max ha detto...

C'è un momento per ogni cosa, un guerriero/a lo sa.
Si può vincere senza combattere è sufficiente l'aura del giusto per evitare il conflitto..a volte...a volte no.
Te saluto Guerriera Crociata Calliope

Raffaele ha detto...

Carissime,
Esiste un tempo di gloria e di non gloria per vivere, come esiste un tempo di vera gloria anche per morire. Solcato il mio cuore da molteplici ormai incurabili cicatrici, inferti d’assai codardi, ma anche da tanti gloriosi valorosi nemici, raccolte le ultime necessarie sospirate forze, spezzando e frantumando le invisibili sbarre dorate di questa continua eterna prigione, fino alle assai care stelle natie con sorella morte, la mia anima, ed il mio immortale libero spirito molte volte ha già varcato i sacri cancelli dei mondi non fisici, dei mondi spirituali.

stella ha detto...

Calliope, grazie!

Pupottina ha detto...

guerriera sempre....
nella vita c'è sempre qualcosa per cui valga la pena di combattere... fosse soltanto per noi stesse ... andrebbe bene lo stesso... per rincorrere la felicità anche ...
buon giovedì
^__________^

stella ha detto...

Vieni sul mio blog dei premi

Emi ha detto...

ho imparato che nella vita bisogna sempre essere una guerriera, mai arrendersi, MAI
a presto e grazie per i tuoi pensieri...Emi

Emi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pupottina ha detto...

buon weekend

^__________^

l'incarcerato ha detto...

Un saluto da parte di uno che vorrebbe diventare un guerriero della luce!

Elisa ha detto...

Un caro saluto Musa Calliope.

Ti auguro di trascorrere un fine settimana splendido (forse ci potremo godere anche il sole).

Baci.

Gabry in blog Belella ha detto...

Passo solo per augurarti buon fine settimana Calliope!

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

Si ..
in effetti ho imparato molto ma ancora tanto ho da imparare..

ciao anonimo ^_^

Calliope

Arjuna ha detto...

Ciao, càpito per caso e semino ove mi è permesso. Il seme non è invasivo se non germina muore e neanche ci si fa caso, così il mio mestiere è seminare, seminare i principi delle arti del guerriero, tramandate da millenni, ma comprese da pochissimi eletti, prescelti dalla vita stessa.
Quando si pensa a un guerriero si immagina la figura gloriosa di un essere potente e fiero che sguaina la spada per distruggere i nemici, il male, è così che nascono gli ideali, gli alti ideali, la volontà di gloria, di felicità, come ho letto, di soddisfazione.
Così vediamo nemici in tutta la nostra vita, coloro che ci insultano, che ci umiliano, che ci feriscono, che ci fanno soffrire, eppure il Guerriero non combatte questo o quel nemico, questo o quel tale deviato colmo di ingiustizia che semina sofferenza, no, il Guerriero combatte sè stesso, combatte colui che soffre quando prendi uno schiaffo, colui che soffre quando si viene umiliati, colui che soffre quando si subisce un torto o un' ingiustizia. Il Guerriero combatte contro quei nemici che ha imparato a riconoscere, quei nemici che lo hanno da tempo immemore soggiogato, vilipeso, e avvinghiato, costringendolo a combattere contro i mulini a vento, a fiaccarsi per innumerevoli vite, combattendo agitando la spada al vento. Il guerriero combatte contro questi mostri che esistono tutti dentro di noi, non combatte contro le difficoltà della vita, quello è istinto di sopravvivenza, nulla che fare con il Guerriero. Egli per combattere ha bisogno però di svegliarsi, altrimenti un Guerriero che combatte ancora nelle grinfie di questo o quell' altro oscuro Io, finisce per seguire questo o quell' altro ideale, parlando di cicatrici indelebili e torti inconfessabili, finendo tristemente per sferrare fendentri contro il freddo e liscio muro di un mulino. Non esiste cicatrice se non esiste ferita, e perchè dovremo noi accollarci le ferite di questo o quell' altro Io, che dentro di noi cerca di covnincerci di essere Noi?
Che cerca di convincere il Guerriero a non voltarsi mai, ma a guardare sempre verso i mulini?
Vi lascio questa riflessione.

Forza, Coraggio e Saggezza.
Le prime due sono inutili senza la terza, la terza è irraggiungibile e inutilizzabile senza le prime due.

Possiate tutti un giorno liberare il Guerriero in voi.