Benvenuti nel mio Universo dove Acqua Terra Aria Fuoco lambiscono le sponde della mia Anima che brucia nella carnalità di un abbraccio profumato di Amore ardente sul rogo della Passione

lunedì 6 aprile 2009

Cuori in pena

Che tragedia, che catastrofe.
Imprevedibile alle 3.32 la Terra ha tremato e...tu
sempre in cammino.

Per favore fermati!!!!



Riposa che già troppe vite hai sospeso e troppi cuori hai distrutto.
Ascolta le parole di chi parole non ha ma può solo pregare.


Pregare per chi non c'è più
e per chi ancora sotto le macerie possa essere salvato.



De profundis (Salmo 129)
Dal profondo a te grido, o Signore; Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera.
Se consideri le colpe, Signore, Signore, chi potrà sussistere?

Ma presso di te è il perdono: e avremo il tuo timore.
Io spero nel Signore,l’anima mia spera nella sua parola.
L’anima mia attende il Signor più che le sentinelle l’aurora.

Israele attenda il Signore, perché presso il Signore è la misericordia e grande presso di lui la redenzione.
Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.



9 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Imprevedibile, forse prevenibile con edifici più sicuri. Ma ora c'é l'emergenza e questa viene prima di tutto.

annarita ha detto...

Una tragedia che annichilisce e che forse poteva essere evitata. Ma adesso è il tempo della solidarietà e dell'aiuto concreto.

Su scientificando, il mio blog di scienze, ho lasciato i riferimenti della Croce Rossa per le donazioni. Non abbiamo altro mezzo per partecipare concretamente.

annarita

stella ha detto...

Ho recitato il salmo con te.

Gabry in blog Belella ha detto...

Una tragedia che ci fa rimanere attoniti per questa immane sciagura, mi unisco alla tua preghiera e alla solidarietà per tutte le persone che hanno perso i loro cari.

Paola ha detto...

Almeno nel cuore e con la preghiera siamo tutti vicini a quelle persone colpite da questa tragedia.
Un bacio

marina ha detto...

Qui si è sentito dappertutto...pensa a quella povera gente. Ciao calliope. A presto.

Elisa ha detto...

Mi rendo conto di quanto piccoli e impotenti siamo di fronte alle forze della natura e a tanta sofferenza.

Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

Calliope,
Mi hanno insegnato che in frangenti tristi come questo si dovrebbero inviare pensieri d'amore a coloro che sono sopravvissuti e a coloro che purtroppo non ce l'hanno fatta. Questo potrebbe aiutare ad uscire dal tunnel della disperazione che questa tragedia ci ha fatto imboccare. Con la nostra tristezza si aumenta la tristezza. Con l'amore si aumenta l'amore e la forza di ricominciare a vivere. Perchè nonostante tutto, dopo la settimana della passione ci aspetta la Pasqua, la vita. E la vita è sempre la più forte. Baci. Pinuccia

max ha detto...

Anchio prego per questo.
max