Benvenuti nel mio Universo dove Acqua Terra Aria Fuoco lambiscono le sponde della mia Anima che brucia nella carnalità di un abbraccio profumato di Amore ardente sul rogo della Passione

venerdì 10 aprile 2009

Gesù è deposto dalla Croce

(Gv 19,33-39): “Venuti però da Gesù e vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati gli colpì il fianco con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua. Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera e egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso. E un altro passo della Scrittura dice ancora: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto. Dopo questi fatti, Giuseppe d'Arimatea, che era discepolo di Gesù, ma di nascosto per timore dei Giudei, chiese a Pilato di prendere il corpo di Gesù”.








Gesù è deposto dalla croce






Il Dolore di una Madre.

Il Dolore di tanti Cuori che in questo venerdì santo hanno deposto i loro cari, morti nel terremoto

Pietà.

10 commenti:

Il Massimo ha detto...

Uniti nel dolore .. uniti per la vita.
.
Buona Pasqua a te, alla famiglia ed a tutto il mondo.

Calliope ha detto...

Grazie Massimo, è un bel messaggio il tuo..uniti si vince, in tutto.

Tomaso ha detto...

Stringiamoci attorno a coloro che sono soli e che hanno bisogno del nostro calore umano di sicuro un giorno ci ringrazieranno...
Rinnovo la buona Pasqua a te e alla tua famiglia.
Tomaso

Anonimo ha detto...

calliope
non ho voglia di parlare più

ti lascio questi versi dedicati alle madri che hanno perso i loro figli
mi sono arreso UNA MADRE
Vorresti sembrarti il cuore e le mani
Per sentire che Angelo ti chiami
Frutto di un nobile atto d’amore
Era nato il tuo Angelo del cuore
Non era figlio di Dio
Era figlio del cuore
Era figlio d’amore
Era figlio di un magico splendore
Seppellito dalla sciagura
Ora ti tocca vedere la sua sepoltura
Quel figlio se l’ha preso DIO
E ora ti tocca dire soltanto addio
Tutto ti è stato tolto
Ma non l’immagine del suo volto
Oh madre, quando mi commuovi
Quando accarezzi il mio viso
Vorresti vedere in me il suo ultimo sorriso.
Nulla io ti posso donare
Che tu potessi continuare ad amare
Ti asciugo le lacrime sul tuo dolce viso
Augurandoti che questo inferno
……….un giorno per te possa
Essere paradiso


Il viandante

Elisa ha detto...

Ciao cara amica,
passo per augurarti di trascorrere quanto più serenamente è possibile, i prossimi giorni.

Ti lascio un abbraccio sincero.

Anonimo ha detto...

Cara Calliope,
domani è Pasqua.
Il dolore della morte sarà trasmutato nella gioia della resurrezione.
Offriamo tanti pensieri di serenità e speranza a chi ne ha necessità affinchè ci possa essere una resurrezione spirituale e mentale là dove ce n'è bisogno, in qualunque luogo, anche nella nostra realtà.
Serenità a tutti.
Un bacio. Pinuccia

Emi ha detto...

cara Calliope, prima di tutto un grazie perchè le tue parole in risposta ai miei pensieri sono sempre spunti di riflessione.
e poi un grazie immenso per questi post tutti dedicati alla Pasqua, che mi sto leggendo. sono in un posto di vacanza in alto adige dove la messa la fanno solo in tedesco mi sa, quindi tu sei un modo strano ma piacevole di vivere comunque intensamente questa pasqua. e poi ho accanto a me il libretto del santo vangelo, mai dimenticarlo:)
ti auguro una pasqua serena...a presto da Emi

Raffaele ha detto...

Carissima Calliope,
che la pace e la luce pasquale possa illuminare e riscaldare l'infranto e l'assai indefinibile dolorante cuore di tanti fratelli.
Una Buona Santa Pasqua al tuo e al cuore di tuoi cari.

max ha detto...

Cara Calliope,Grazie le perle d'infinito che distribuisci a noi quotidianamente.
Per la Santa Pasqua scenda la benedizione del Signore su Te e i Tuoi cari e su tutti quelli che soffrono.....
te saluto.
max

Calliope ha detto...

Viandante..sono parole da condividere e..voglio chiederti se posso postarle.
Un abbraccio.