Benvenuti nel mio Universo dove Acqua Terra Aria Fuoco lambiscono le sponde della mia Anima che brucia nella carnalità di un abbraccio profumato di Amore ardente sul rogo della Passione

giovedì 9 aprile 2009

Giovedì Santo

Dal Vangelo di Giovanni
Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Mentre cenavano, si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto. Quando ebbe lavato loro i piedi e riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: “Sapete ciò che vi ho fatto? Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri”.






Il Giovedì Santo è ricco di contenuti.


L'Ultima Cena
Gesù istituisce il sacramento dell'Eucaristia: Questo è il mio corpo. Questo è il mio sangue.




Gesù istituisce il sacramento del Sacerdozio: Fate questo in memoria di me.


Mostrando agli apostoli come fare attraverso la lavanda dei piedi.


Come io ho lavato i vostri piedi anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni con gli altri, in un servizio offerto per amore, con amore.


Chinarsi a lavare i piedi è un atto di grande umiltà e sottomissione..




Ha lasciato a noi il suo testamento d'amore.


Dobbiamo esser degni sempre del suo atto di amore, umiltà e sottomissione, dobbiamo mostrare la massima solidarietà verso chi ha bisogno di noi, come in questo momento ne hanno bisogno i nostri fratelli abruzzesi.

2 commenti:

Gabry in blog Belella ha detto...

Un abbracio Calliope in questa giornata di dolore dove il pensiero sarà rivolto li dove gente disperata sta per dare l'ultimo saluto ai propri cari.

Calliope ha detto...

Straziante ultimo saluto...cara Gabriella.
Cuori distrutti.